Para

4. Agosto 1821.

[1451,1]  Non c'è sommo ingegno che nel suo 1452 primissimo periodo non si trovi appresso a poco a livello cogl'infimi ingegni, {posti in quello stesso periodo}. Dal che si vede che il grande ingegno non si forma se non mediante l'uso dell'esercizio e delle assuefazioni, il qual uso gli facilita poi l'abito di assuefarsi, che è quanto dire, gli produce il talento ec. ec. (4. Agos. 1821.)