Para

5. Sett. 1821.

[1634,1]  Si potrebbe quasi dire che nell'uomo la sola fisonomia è propriamente bella o brutta. Certo è ch'ella contiene quasi tutto l'ideale della bellezza umana, e quasi tutta la differenza {essenziale} che la nostra mente ritrova e sente fra la bellezza umana in quanto bellezza, e tutti gli altri generi di bellezza. Un uomo o donna di viso decisamente brutto non può mai parer bello, se non per libidine e stimoli sensuali. Eccetto il caso molto frequente, che coll'assuefazione e col tempo ec. quel viso che v'era parso brutto, vi paia bello o passabile. Viceversa una persona di brutte forme e bel viso, potrà parer bella, forse anche non 1635 potrà mai con pieno sentimento esser chiamata brutta.

[1635,1]  Osserva che generalmente quando tu domandi: la tal persona è bella o brutta? e quando tu o rispondendo, o spontaneamente neghi o affermi ec. intendi sempre del viso, se altro non soggiungi, o distingui. (5. Sett. 1821.)