Para

28. Sett. 1821.

[1798,4]  Tanto è vero che l'effetto delle immagini campestri dipende in massima parte 1799 dalla copia delle rimembranze, che se tu descrivi p. e. un campo o raccolta ec. di legumi, non farai punto un effetto nè così vivo, nè così grande, nè piacevole, come descrivendo un campo di spighe, la messe, la vendemmia, ec. Perocchè quelle cose sono poco {, o certo meno} note, osservate, e familiari a coloro che leggono poesie ec.

[1799,1]  Ond'è che il fanciullo il quale per necessità ha poche rimembranze (ha però somma immaginazione) deve trovar poco dilettevoli e belle molte bellissime parti delle più grandi poesie. Così dico delle diverse professioni, abitudini ec. le quali diversificando le rimembranze secondo gl'individui, diversificano ancora l'effetto delle diverse poesie ec. e delle loro parti, e quindi anche il giudizio che gl'individui ne pronunziano. Forse un uomo di poca memoria non è molto atto a gustar poesie. Così un uomo non avvezzo ad attendere. Così un uomo non sensibile nè suscettibile ec. (28. Sett. 1821.). { V. p. 1804.}