Para

24. Ott. 1821.

[1982,1]  Grazia dallo straordinario. Il color bruno, {o tendente al brunetto,} è grazioso, {e piccante,} quasi contrastando e rilevando il pregio delle fattezze. Ma se il contrasto è eccessivo, e se il bruno è nero, o se il colorito è insomma troppo diverso da quello che dovrebbe, esso non è mai grazia, ma bruttezza. L'eccesso però, siccome il non eccesso è diversamente giudicato dai diversi gusti, assuefazioni, circostanze parziali e individuali ec. (24. Ott. 1821.)