Para

27. Ott. 1821.

[2004,2]  Alla p. 1136. fine. Tutte queste ragioni fanno che le radici della lingua greca paiano infinite (siccome per simili ragioni accade nella lingua italiana che ha gran rapporti in ciò, come in ogni altra cosa, colla greca); laddove elle sono pochissime, come necessariamente in tutte le lingue. E si considerano come radicalmente diverse delle parole che vengono dalla stessa origine, 2005 o che sono esse medesime una sola radice: vale a dire si crede che la tal radice sia diversa da un'altra, ed è la stessa (benchè non si possa più nè provare nè meno scoprire); si crede che il tal derivato non abbia radice nota, e l'ha, che sia radice e non è, che venga da una radice diversa da quella del tal altro derivato, e viene da essa medesima ec. (27. Ott. 1821.).

The content