Para

20. Feb. 1822.

[2391,2]  I muti hanno essi la facoltà della favella? No certo. Eppur quanto alla favella n'hanno tutta la disposizione naturale quanta n'ha il miglior parlatore del mondo. Ma questa non è altro che possibilità, la quale il muto non riduce mai all'atto e non adopera in verun modo, perchè non avendo udito, non impara dagli altri (cioè non si avvezza) a farlo, e coll'assuefazione, di cui non ha il mezzo, non acquista la facoltà. Ecco che cosa sono tutte le pretese facoltà naturali ed ingenite nell'uomo. E qual si crede più naturale della favella? principal caratteristica dell'uomo, e suo maggior distintivo dai bruti. (20. Feb. 1822.)