Para

24. Giugno. 1822.

[2496,1]  Quindi osservate che tutto quanto si dice dell'amor proprio si deve anche intendere 2497 dell'amor della felicità ch'è tutt'uno (v. p. 2494). E però la misura, la forza, l'estensione, le vicende, gl'incrementi, gli scemamenti, tanto individuali che generali, dell'uno di questi amori, son comuni all'altro nè più nè meno. (24. Giugno. 1822.)

The content