Para

21. Maggio 1823.

[2705,1]  Di alcune cagioni che anche ne' bassi tempi poterono introdurre vocaboli e modi greci nel volgare o ne' volgari d'Italia, vedi Perticari Apologia di Dante, capo 39. p. 386.(21. Maggio 1823.).