Para

28. Agos. 1823.

[3288,2]  Succenseo è verbo, secondo me, indubitatamente formato dal participio in us d'altro verbo, cioè di succendo. (V. anche il Forcell. in Censeo fine.) Ma oltre al non essere della prima maniera, ei {non solo} non è di senso continuativo, ma è neutro nel mentre che succendo è attivo. Onde nulla ha che fare colla nostra teoria: se non ch'è notabile, come fatto da un participio passivo, della qual formazione 3289 non mi ricordo adesso altro esempio che sia fuori {+del numero} de' nostri continuativi e frequentativi. (28. Agos. 1823.).

The content