Para

8. Nov. 1823.

[3849,3]  Nuo di cui altrove [ pp.2009-10], oltre il suo continuativo nutare, e i suoi composti, annuo, innuo, renuo, abnuo ec. e loro continuativi adnuto, 3850 renuto ec., è dimostrato ancora sì dagli altri suoi derivati, sì dal verbale nutus us, ch'è fatto dal supino di nuo, secondo la regola altrove assegnata della formazione di tali verbali della 4. declinazione. Del resto, come da νεύω si fece indubitatamente nuo, così da γεύω potè bene e verisimilmente e secondo l'analogia, farsi guo, di cui altrove [ pp.2147-48]. E viceversa nuo da νεύω come guo da γεύω. ec. (8. Nov. 1823.)