Para

20. Nov. 1823.

[3895,1]  Il sonno e tutto quello che induce il sonno, ec. è per se stesso piacevole, secondo la mia teoria del piacere ec [ pp.172-73]. Non c'è maggior piacere (nè maggior felicità) nella vita, che il non sentirla. (20. Nov. 1823.)