Para

24. Nov. 1823.

[3903,2]  A ciò che ho detto altrove [ p.1155] [ pp.3543-44] in proposito di pintar e dell'antico participio latino di pingo e de' verbi simili, aggiungasi dipinto (non dipitto) sostantivo e aggettivo o participio, dipintura ec. peint, e quindi peintre, peinture ec. dépeint ec. Pitto per pinto, non è che degli scrittori. Abbiamo però pittura, pittore ec. Ma anche pintore, pintura. Gli spagnuoli pintor ec. Fitto per finto (universale tra noi) non so se mai fosse del volgo e della lingua parlata. Da finto, e non da fictus o fitto, finzione, fintamente ec. {+ infinto. fractus franto infranto, enfreint ec.} Abbiamo però anche fizione ec. I franc. feint ec. Gli spagnuoli fingido (fingitus primitiva forma) ec. Vinto, non vitto (victus) se non poeticamente, ed or neanche ben si direbbe in poesia. Gli spagnuoli vencido, i francesi vaincu, che rispondono al 3904 primitivo vincitus di vinco, secondo il detto altrove [ pp.3075-76] della mutazione dell'itus latino in u, nella desinenza di molti participii francesi ec. (24. Nov. 1823.)