Para

20. Feb. Domenica. 1825

[4125,2]  Σμηνίον diminutivo per σμῆνος Scap. Così in Apollon. loc. sup. cit. c. 44. σμηνιῶνος, dove forse s'ha a leggere σμηνίωνος da σμηνίων diminutivo V. i grammatici i Lessici e Aristotele nel luogo quivi cit. dall'aut. e dal Meurs.

[4125,3]  Verbi attivi richiedenti l'accusativo, usati col genitivo al modo italiano, francese ec. (come mangiar del pane, prendere della terra). V. Antigono Caristio. Hist. mirabil. c. 40.41.44.56.fine.

[4125,4]  Nel detto Antigono c. 56. pare che si trovi καινόν usato avverbialmente per di nuovo. Il luogo è corrotto e bisogna vederlo nelle ult. edizioni. (20. Feb. Domenica. 1825)