Para

Vigilia di Natale. Domenica. 1826. Recanati.

[4237,5]  Defectus per qui defecit o deficit. V. Forcellini.

[4237,6]  Zocco-zoccolo. Fagus-fagulus (v. Forcell. Gloss. ec.) - faggio.

[4237,7]  Scultare da sculptum, come in franc. sculpter. V. Crusca.

[4237,8]  Sminuzzare-sminuzzolare.

[4237,9]  Quell'idiotismo nostro e latino del sibi, o mihi ec. e del si, mi, ti, ci ec. ridondante, {+in vero o in apparenza,} notato da me altrove [ pp.4083-85] [ pp.4098-99], nell'uso dei verbi, anche attivi, ha molta corrispondenza coll'uso del verbo greco medio, nei quali verbi spessissimo a prima vista non si scorge ombra di azione reciproca, e paiono usati a puro capriccio, in vece dell'attivo; benchè poi, attentamente guardando, sempre o il più delle volte, massime ne' buoni autori, vi si scuopra la cagion di usarli piuttosto che gli attivi, e un non so che di reciproco nella significazione. (Vigilia di Natale. Domenica. 1826. Recanati.).