Sequence

p2779_1,p2779_2

[2779,1]  Alle osservazioni da me fatte circa il verbo expectare nel principio della mia teoria de' continuativi, aggiungi che anche in greco δοκάζειν vale osservare o stare a vedere guardare, e nel medesimo tempo aspettare, onde προσδοκᾶν (13. Giugno 1823.).

[2779,2]  Che il proprio tema de' verbi ἱστάω, ἱστημι [ἵστημι,] ἵσταμαι fosse στάω, come forse ho detto nella mia teoria de' continuativi [ pp.2142-45] parlando di sisto, e che l'iota sia una giunta fatta al tema per proprietà di lingua, si conosce sì dalle molte voci di questi verbi che mancano di quell'i paragogico, e da tutti i loro derivati che parimente 2780 ne mancano, sì dal verbo ἵπταμαι il quale colla medesima paragoge (ch'esso perde in molte voci) è fatto dall'inusitato πτάω (v. la Gramm. di Pad. p. 210.) {+ o πετάω, onde πετάομαι, πέταμαι, πέτομαι che vagliono altresì volare, e che in origine non debbon esser altro che il verbo πετάω pando explico che ancora esiste, trasportato alla significazione del volare per lo spiegar delle ali ec. e vedi la pag. 2826. }