Theme

export to Gephiexport to Word document

Agricoltura.

Agriculture.
342,1   21. Novembre 1820.

[342,1]  Il lavoro della terra era la principal fatica e occupazione destinata all'uomo. Ora è curioso l'osservare che la parte più oziosa della società è appunto quella la cui sostanza consiste in terre.

2686,1   14. Aprile 1823.

[2686,1]  En Europe le travail des mains déshonore. On l'appelle travail méchanique. Celui même de labourer la terre y est le plus méprisé de tous. Un artisan y est bien plus estimé qu'un paysan. loc. cit. pag. 136. Tutto l'opposto era fra gli antichi, appresso i quali gli agricoltori e l'agricoltura erano in onore, e l'arti manuali o meccaniche (αἱ βαναυσικαὶ τεχναί) e i professori delle medesime erano infami. Vedi Cic. de Offic. l.1. e l'Economico di Senofonte, e quello attribuito già ad Aristotele. (14. Aprile 1823.)

2454,2   3. Giugno 1822.

[2454,2]  Qual fosse l'opinione di Socrate, o di Senofonte, e anche degli altri antichi, circa quelle arti e mestieri che da gran tempo si stimano e sono veramente necessarii all'uso del viver civile, anzi parte, alimento ec. della civilizzazione, e che intanto nocciono alla salute e al viver fisico, e in oltre all'animo, di chi gli esercita, v. l'Econom. di Senofonte cap. 4. §.2.3. e cap. 6. §.5.6.7. (3. Giugno 1822.)